Flessibilità e dinamismo

Bruno Zanetti, product manager machining di Minetti SpA, ha risposto alla nostra intervista.

Come si sta muovendo il vostro mercato di riferimento e quali evoluzioni prospetta?

Notiamo un buon trend di crescita sia della nostra società sia delle filiali-consociate e riscontriamo le stesse sensazioni positive dai fornitori. In tale contesto, la principale evoluzione di mercato ipotizzabile riguarda la continua aggregazione di realtà del settore, così da essere sempre più competitivi in termini di qualità di servizio e gamma offerta“.

Qual è la strategia con cui la vostra azienda si pone in tale mercato?

Ci muoviamo in direzione di ulteriori acquisizioni nel settore utensileria al fine di realizzare un nuovo polo in ambito cutting tools, in grado di avvicinare una fascia sempre maggiore di clienti con differenti necessità“.

Quali soluzioni offrite alle esigenze che i clienti esprimono oggi di più?

Le soluzioni che oggi offriamo loro sono di natura tecnica. Mi spiego meglio: i clienti esprimono sempre più l’esigenza di soluzioni specifiche alle problematiche che possono nascere dalle lavorazioni meccaniche e noi li aiutiamo mettendo a disposizione uno studio completo di utensili, modi e tempi d’impiego“.

Quali sono i punti di forza che contraddistinguono la vostra realtà?

La divisione utensili del gruppo Minetti si contraddistingue per flessibilità e dinamismo. Contiamo inoltre su uno staff giovane e sempre pronto a rispondere con competenza alle diverse istanze del cliente. A ciò si sommano la preparazione tecnica, l’elevato livello di servizio e di supporto, l’affidabilità e la qualità del prodotto proposto, con una proposta ampia e diversificata. Con questa solida base ci poniamo al fianco dei clienti con soluzioni che soddisfano le più diverse esigenze, rivolte in special modo all’asportazione truciolo: tornitura, fresatura, foratura e maschiatura, scanalatura“.

Quali sono i vostri obiettivi, di ogni giorno e a lungo termine?

Il nostro obiettivo, nel breve e nel lungo periodo, è quello di ampliare il volume della clientela nelle zone dove operiamo direttamente e di incrementare la collaborazione con i rivenditori operativi sul resto del territorio“.

Come si articola la vostra offerta di utensili e attrezzature?

Minetti divisione utensili, storicamente improntata sulla fornitura del prodotto da asportazione truciolo, negli ultimi anni ha ampliato il suo catalogo che oggi comprende anche strumenti di misura e controllo, compressori, abrasivi, soluzioni manuali, attrezzi da officina e molto altro ancora“.

Quali criteri vi hanno portati alla scelta dei marchi che rappresentate?

L’elemento centrale di tale scelta è costituito non solo dall’alta qualità e dell’ampia gamma di prodotti, ma anche dalla possibilità di distribuirli in esclusiva sul territorio nazionale“.

Quali sono i prodotti o i marchi su cui puntate di più?

I prodotti su cui puntiamo maggiormente riguardano Stock, Bass, Dümmel e Widia. Al di là della loro qualità, sono anche quelli che ci procurano i risultati migliori, in termini di fatturato e di soddisfazione del cliente“.

Quali servizi offrite ai clienti prima e dopo la vendita?

A corollario della tradizionale attività di vendita, proponiamo i nostri sistemi automatizzati per la gestione degli utensili. Caratterizzati da una facile gestione di accesso e da un’elevata semplicità nella scelta dell’utensile corretto, queste soluzioni sono concepite per ridurre al minimo gli errori di prelievo e carico degli utensili. Il software di gestione è stato studiato per risolvere ogni problematica del cliente ed è modulabile, per potersi interfacciare al meglio con ogni sistema ERP. L’applicativo consente inoltre di svolgere svariate tipologie di analisi dei costi utensili e dei livelli minimi e massimi di stock. Per finire, tra i servizi offerti dal nostro gruppo merita risalto la possibilità di varie formule agevolate di pagamento“.

Come avete conquistato la fiducia della vostra clientela?

L’abbiamo conquistata con il lavoro costante e l’impegno quotidiano, consolidando così un rapporto di partnership che ci ha permesso di attraversare negli anni, con reciproca soddisfazione, le fasi alterne del mercato“.

di Carla Casartelli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here