Linde MH, soluzioni specifiche per applicazioni in aeroporto

Il tempo è un fattore cruciale quando si arriva volando. Questa affermazione è valida sia per i voli passeggeri sia per i cargo. Con circa 4,5 milioni di tonnellate trasportate in Germania nel solo 2016, i voli cargo rappresentano solo una parte relativamente piccola delle vie di trasporto, ma in costante crescita. “I carrelli industriali usati in aeroporto devono essere abbastanza affidabili e flessibili da permettere un’ ampia possibilità di utilizzo, come ad esempio il rifornimento dei negozi, la movimentazione di piccoli bagagli e altri tipi di carico, la possibilità di guida in ambienti e l’utilizzo in pista – spiega Alexander Schmidt, senior product manager Reach Trucks & Tractors presso Linde Material Handling. Questa è la nostra forza”.

Il Roadster Linde, modellato sulla serie dei controbilanciati elettrici da E20 a E35, è stato sviluppato considerando l’aeroporto come possibile campo di applicazione. Non richiede montante A e dispone di un tettuccio di vetro rinforzato. Grazie al suo design unico, il Roadster offre la massima visibilità del suo ingombro garantendo sempre la massima sicurezza.

I trattorini elettrici P250, con una capacità di traino di 25 tonnellate, sono progettati specificamente specificatamente per gli utilizzi all’aperto. Il telaio è in acciaio con spessore di parecchi centimetri, mentre la componentistica elettronica è protetta da un involucro impermeabile. Inoltre, un particolare sistema di sterzo e di supporti idraulici isolano la cabina del conducente dalle vibrazioni favorendo così una guida confortevole. I trattorini Linde P60 e P80 sono invece ideali per la logistica indoor; sfruttano al meglio le loro potenzialità come carrelli bagagli o come mezzi per lavori di manutenzione. Possono trainare rimorchi con pesi compresi da 6 e 8 tonnellate. Il carrello a piattaforma W08 di Linde è utile per gli impieghi negli areoporti, perchè dispone di un’ampia piattaforma di carico.

Tutti i trattorini compatti e di media dimensione e i carrelli a piattaforma sono realizzati volutamente con un’ampiezza di meno di un metro e possiedono un angolo di sterzata molto piccolo, che li rende adatti per ogni tipo lavoro indoor.

Anche la personalizzazione è un trend che sta diventando sempre piè presente negli aeroporti. A causa delle specifiche condizioni d’uso vengono richieste soluzioni su misura, che non devono essere necessariamente complesse, ma che richiedono una profonda conoscenza del mercato unita ad abilità ingegneristiche e creatività, come dimostra la seguente situazione: in alcuni aeroporti, i gate e i passaggi sono delimitati da tende a strisce in gomma. Il continuo passaggio attraverso le strisce in gomma potrebbe, con il tempo, causare il danneggiamento del parabrezza anteriore dei trattorini e dei carrelli a piattaforma. “Per molti dei nostri clienti, abbiamo, per questa ragione, installato delle protezioni che agganciano la tenda e la spingono a lato”, sottolinea Schmidt.

Il secondo maggior trend, che emerge anche nel settore della logistica per aeroporti, è la possibilità di operare in rete con tutto ciò che ne consegue. Linde ha messo a punto un gran numero di moduli per la gestione della flotta “Linde connect”, che possono fornire servizi molto utili anche per questi contesti. “Connect: crash detection” registra urti e impatti che avvengono durante la guida; se il numero è troppo elevato, il veicolo attiva la modalità di guida lenta e solo un supervisore avrà le autorizzazioni per riportarlo alle condizioni standard. Il sistema “Linde Speed Assist” è una funzione molto utile in un ambiente dove l’utilizzo outdoor e indoor sono ugualmente importanti: setta il veicolo ad una velocità prestabilita per l’utilizzo indoor, mentre l’operatore si sceglie una velocità massima per la guida in pista.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here