Sandvik premiata per innovazione e sostenibilità

Continua la scalata di Sandvik nella celebre classifica Thomson Reuters Top 100 Global Innovators, la speciale graduatoria che rende onore alle 100 società e istituzioni più innovative nel mondo.

L’innovazione è la base della prosperità economica e dello sviluppo tecnologico – spiega David Brown, presidente IP Solutions Thomson Reuters -. La nostra metodologia Top 100 Global Innovators centrata sull’analisi dei brevetti, mostra il livello di conoscenza sviluppato nelle aziende  individuando quelle realtà che puntano sull’innovazionecome spinta per la crescita e il successo finanziario”.

Soddisfatto Jan Lissåker, vice presidente di Sandvik, che vede così riconosciuti l’impegno e la passione della società nel miglioramento dell’industria meccanica: “Sandvik opera sul mercato da oltre 150 anni. Alla base del successo c’è da sempre l’attenzione all’aspetto dell’innovazione. Questo riconoscimento sarà sicuramente fonte di ispirazione per i nostri dipendenti in tutto il mondo, affinché tutti noi continuiamo a lavorare instancabilmente e con impegno per mantenere e rafforzare la nostra leadership nel settore”.

Oltre a Sandvik, la classifica sottolinea il lavoro di altre due importanti realtà svedesi: Ericsson e Scania.

Sandvik si riconferma anche nell’indice FTSE4Good Index, un riconoscimento molto prestigioso: le società che ne fanno parte, infatti, sono selezionate in base a quanto si sono distinte per i progressi nell’area della Corporate Social Responsibility (CSR) e per come rendono disponibili le informazioni al pubblico. I criteri utilizzati coprono i settori dell’impatto ambientale, delle relazioni sociali e con gli stakeholder, dei diritti umani e degli standard lavorativi, della supply chain e dei piani anticorruzione.

Rientrare tra le aziende globali più sostenibili, e quindi nell’Indice FTSE4Good, mette in evidenza l’approccio trasparente e olistico di Sandvik nella Corporate Social Responsibility, che è parte integrante del nostro modello di business”, il commento della specialista Christina Båge-Friborg, CSR manager del gruppo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here