Utensili di nicchia per utenti specialisti

Federico Costa

Intervista a Federico Costa di Febametal, azienda che ha fatto della cura del prodotto e del servizio un punto di concreta forza. Scopriamo le recenti strategie messe in atto in un mondo che sta rapidamente evolvendo e nel quale è sempre più difficile trovare una collocazione proficua e soprattutto duratura.     

Quali sono le applicazioni nelle quali ritenete di detenere una introduzione ottimale sul mercato o addirittura una leadership?
Il nostro core business, fin dal 1995 è stato innegabilmente quello della gola, standard e speciale, che probabilmente ha contribuito a crearci un’immagine qualitativa e specialistica sul mercato delle lavorazioni. Nel tempo, grazie all’evoluzione e allo sviluppo dei nostri prodotti, abbiamo abbracciato sempre più un concetto di servizio a 360°, ma sempre mantenendo la nicchia e il valore aggiunto tecnico come punti cardine della nostra offerta. Si può dire oggi che siamo tra i leader nelle “lavorazioni tra due fianchi”, ovvero tutte quelle operazioni dove il truciolo viene formato tra due pareti, sia in tornitura che fresatura, creando non pochi problemi di controllo e gestione della lavorazione. Le aziende che ci contattano, oggi sempre più, riconoscono in noi un partner affidabile per le lavorazioni da truciolo piuttosto che un venditore di utensile. Assieme al cliente, studiamo miglioramenti di cicli di lavoro, ottimizzazioni di durata utensili e abbattimento costi produttivi. A dar man forte a questa nostra offerta, costituita da centinaia di migliaia di articoli standard, si affianca la nostra offerta speciale, ormai un marchio di fabbrica per Febametal. La produzione sita in Torino è oggi più che mai uno strumento importantissimo per supportare l’azione di vendita degli utensili. La customizzazione e la realizzazione in tempi brevi di utensili speciali per il mercato italiano sono oggi elementi indispensabili per venire in contro alle realtà metalmeccaniche italiane, vessate da una richiesta elevata di qualità e pezzi complicati in tempi brevi. I volumi del manifatturiero che vediamo davanti a noi non sono più quelli di una volta, e le aziende necessitano di molta flessibilità per quanto riguarda le lavorazioni meccaniche e gli attrezzaggi macchina. Febametal si colloca sul mercato proprio per venire incontro ai continui alti e bassi di mercato, che obbligano l’utilizzatore finale ad affidarsi ad un utensiliere sempre più esperto a 360°, recettivo alle esigenze di prototipazione e cambi produzione, nonché ai continui sbalzi di settori come l’automotive. Entrando più nello specifico, parlando di applicazioni nelle quali ci sentiamo “più forti”, possiamo contare senza false modestie, oltre alle già citate gole, applicazioni quali l’alesatura dei fori, la foratura ad inserti, la stozzatura su macchine CNC, la filettatura speciale e la turbo filettatura (anche detta whirling), senza contare l’offerta per la tornitura su macchine a fantina mobile. Nel campo della fresatura ci piace ricordare l’interpolazione circolare e la fresatura con diamante, quest’ultima di recente acquisizione ma molto interessante tecnicamente.

 Ci illustra i migliori traguardi raggiunti nelle diverse lavorazioni che siete in grado di affrontare?
Può sembrare presuntuoso, ma proprio perché ci consideriamo utensilieri atipici, altamente specializzati nella nicchia, e nelle lavorazioni “ad hoc”, con praticamente tutta la nostra offerta di utensili abbiamo raggiunto traguardi ambiziosi e ce la giochiamo ad armi pari anche contro concorrenti più grandi e blasonati. Inoltre, bisogna sottolineare che oggi sempre più l’utensile non deve essere visto come un semplice accessorio della macchina utensile, ma, in particolare modo quelli che trattiamo noi, devono essere prima correttamente scelti (o studiati se speciali), applicati coi giusti parametri di taglio, in base ai materiali, alle operazioni e alle diverse macchine utensili. Questo “savoir fair” dell’applicazione dell’utensile richiede un valore aggiunto tecnico sul quale la Febametal oggi può puntare e offrire al cliente. Non dimentichiamo che il mestiere di chi fa e vende utensili consente di formarsi un bagaglio tecnico invidiabile, grazie agli innumerevoli settori e industrie di applicazione. A volte, un successo nell’industria medicale su di un certo materiale, può essere replicato in un altro settore, per esempio l’automotive. Se parliamo di traguardi, inoltre, non va dimenticato che nel nostro settore, la competitività e la concorrenza nei mercati non consentono di dormire sugli allori. Se un’azienda occupa una posizione dominante con un certo prodotto sul mercato, non è detto che la sua posizione possa essere in fretta raggiunta e superata da un’altra azienda. Bisogna quindi sempre tendere a nuovi traguardi, chi si ferma è perso, anche in un settore che può sembrare più stagnante e “vecchio “come quello degli utensili.
Per rispondere comunque alla sua domanda, utilizzerò un criterio “cronologico”, citando alcuni dei più interessanti ultimi traguardi da noi raggiunti. Anzitutto la troncatura dell’inox, da sempre critica nelle officine e tornerie. Oggi, con la diffusione degli acciai da barra inossidabili, abbiamo trovato una fantastica geometria di taglio per troncare gli inox anche più ostici, si chiama 3V2, applicata sulla gamma S100 di troncatura della Horn.  Sempre in casa Horn, abbiamo recentemente proposto un programma di utensili al diamante CVD per materiali non ferrosi e per i compositi. Questa gamma, disponibile sia in tornitura che in fresatura, sta dando dei risultati davvero ottimi. Ci siamo di recente affacciati all’industria petrolifera, con una linea dedicata per la lavorazione dei tubi petroliferi (che prevedono, troncatura, pelatura, intestatura e filettatura). Si tratta ovviamente di diametri molto grandi e materiali non facili da lavorare, con l’utilizzo di macchine non convenzionali. Ricordo infine tutti i piccoli traguardi quotidiani che siamo obbligati ad affrontare ogni giorno con la diversa clientela italiana, ovvero lo “speciale”, che passa dal banale inserto gola più smusso, passando per un inserto a stozzare a profilo speciale,fino al ciclo complesso di lavorazioni per macchine plurimandrino, studiando gli utensili giusti per abbattere tempi e costi. Tutte queste sono sfide quotidiane che un’azienda come la Febametal vuole e deve vincere per mantenere la propria posizione sul mercato e per ambire a migliorarla.

I tecnici delle officine a volte (o sovente) “resistono” a sperimentare nuovi utensili, come vi comportate per acquisire nuovi clienti?
In effetti, nell’ambiente di produzione, per propria natura, vige la regola del “squadra che vince non si cambia”. Molte aziende, una volta trovata una certa consistenza ed equilibrio con una lavorazione meccanica, difficilmente tendono a provare nuove soluzioni e cercare miglioramenti, perché convinti di utilizzare già il meglio o perché non sono aggiornati sulle innovazioni tecnologiche. Purtroppo, in questo frangente, l’azienda si rivolge all’utensiliere solo quando ci sono problemi. Intendiamoci, ovviamente  come Febametal siamo ben lieti di essere coinvolti laddove ci sono problemi, anzi, questa negli anni è stata per noi un’arma efficace per l’entratura nelle aziende. In gergo si chiama risoluzione di “rogne”. La torneria o l’officina meccanica “presenta” un problema su una lavorazione, e, qualora l’utensiliere glie lo risolva, si instaura un rapporto di fiducia che porta a prendere in considerazione anche altre lavorazioni che si riteneva fossero meno urgenti. Ripeto, bisogna sempre rispettare il fatto che l’ambiente di produzione è duro, sia nella piccola che nella grande azienda, fatto di processi complessi, macchine CNC evolute e di persone e operatori specializzati. Stravolgere gli equilibri di processi consolidati può spesso destabilizzare l’ambiente d’officina, tuttavia, nel mercato di oggi, è vitale guardarsi attorno costantemente alla ricerca di miglioramenti vita utensile, prestazioni di lavorazione e qualità. Le aziende più accorte e strutturate hanno nel proprio interno figure atte al conseguimento di tale costante ricerca. Proprio con questi partner, è più facile per Febametal studiare insieme miglioramenti e nuove soluzioni. Un metodo che per noi funziona bene e ci porta soddisfazioni, seppure a volte oneroso, è la prova in garanzia, ovvero si dà la possibilità ad un cliente di testare un prodotto, con la presenza di un nostro tecnico applicativo a bordo macchina. La vendita dell’utensile viene effettuata solo a seguito di un risultato di performance ottenuto.

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here