Reparto attrezzeria: efficienza e qualità

Sante Nardulli, responsabile attrezzeria di Master Srl (Conversano – BA)

Intervista a Sante Nardulli, responsabile attrezzeria di Master Srl (Conversano – BA).

Quali strategie e scelte adottate nell’ambito dell’attrezzeria?
Stando a capo del reparto di costruzione e manutenzione delle attrezzature, destinate esclusivamente al nostro utilizzo nei reparti interni di stampaggio, adottiamo strategie di lavoro in grado di rendere efficiente al massimo il livello di occupazione delle macchine utensili automatiche, con programmazione frequente in stretta collaborazione con i singoli operatori. Ciò viene concepito e attuato in modo tale da scegliere le strategie più opportune per destinare i lavori più lunghi, relativi alla costruzione dei nuovi stampi, alle ore notturne dove non c’è presidio degli operatori, destinando invece alle ore giornaliere, in cui è presente l’intero organico, i lavori di manutenzione, vitali per il servizio e l’efficienza costante nella produzione. A lungo termine adottiamo alti livelli di qualità nelle scelte progettuali e nell’utilizzo dei normalizzati, investendo quindi di più proprio perché quando si entra nel ciclo produttivo l’obiettivo è quello di recuperare il maggior esborso dell’investimento iniziale in efficienza e produttività, senza mai abbassare la guardia a discapito della qualità dei prodotti, cercando quindi di far rientrare più tardi le stesse attrezzature per le manutenzioni programmate e investire sempre di più le ore di lavoro nella realizzazione degli stampi su nuovi prodotti.

Flessibilità, rapidità di risposta, rispetto dei tempi di consegna: quale rilevanza hanno questi fattori nel contesto della vostra attività?
Il mercato è sempre più esigente in merito ai tempi di risposta ed è quindi importantissimo accorciare le tempistiche che vanno dalla richiesta di nuovi prodotti, che ci perviene dai clienti, alla consegna delle prime campionature. Per fare ciò, una volta evasa la progettazione di cui si occupa il nostro Ufficio Tecnico, il nostro successivo apporto riguarda la prototipazione, per i test interni e l’industrializzazione del nuovo prodotto, e quindi ciò che va dagli stampi alle attrezzature a corredo delle macchine di montaggio automatiche.

Quanto è importante poter contare sulle attrezzature e sugli utensili giusti per la riuscita del vostro lavoro?
Adottiamo con i nostri fornitori di utensileria un servizio di collaborazione che ci consente di testare gli utensili prima di acquistarli, attraverso prove pratiche di lavorazioni sui nostri centri di lavoro ad alta velocità, fino a trovare il giusto equilibrio tra precisione, qualità e prezzo. Non badiamo al risparmio, ma puntiamo alla maggior durata degli utensili per garantirci continuamente precisioni dimensionali, vista la sempre maggiore complessità degli articoli che produciamo, in particolare quelli nuovi.

C’è qualche tipologia di utensili e/o attrezzature che impiegate in particolar modo?
Progettiamo e realizziamo internamente stampi per la pressofusione di alluminio e zama, per lo stampaggio delle materie plastiche e per la tranciatura a freddo dei nastri di acciaio. Il reparto attrezzeria è dotato di centri di lavoro ad alta velocità a 3 e 5 assi, elettroerosioni a tuffo e a filo, rettifiche e torni: ne consegue perciò un approvvigionamento di utensileria davvero ampio e diversificato. Il tutto fa ovviamente capo anche a un know-how altrettanto differenziato, sia dal punto di vista della professionalità dei vari operatori e progettisti, sia per la molteplicità di utilizzi delle svariate macchine utensili di cui siamo dotati.

Su quali principi di valutazione vi basate per la scelta di un fornitore di utensili/attrezzature e cosa vi aspettate implicitamente da lui oltre alla qualità della fornitura?
Nella scelta puntiamo particolarmente sul servizio di assistenza post-vendita, per gli utensili come per le macchine. Oggi è proprio questo il punto fondamentale nelle nostre scelte, perché geograficamente, essendo ubicati a sud di Bari, tutti i maggiori fornitori si trovano purtroppo a diverse centinaia di kilometri di distanza, e molte volte un servizio di assistenza telefonico rapido ed efficiente è la carta vincente per intervenire in caso di richieste di assistenza dovute a guasti e fermi-impianti.

Nello svolgimento della vostra attività in attrezzeria puntate di più sul lavoro di squadra o sull’iniziativa del singolo?
La nostra filosofia di area punta molto al lavoro di gruppo, proprio perché ognuno deve essere specialista in diverse mansioni, apportando il proprio contributo alla riuscita del lavoro in generale. In ogni gruppo, è chiaro, ci sono fuoriclasse, ma devono ugualmente essere sempre parte integrante del gruppo stesso, come figure trainanti nell’apporto di scelte in merito a lavorazioni e soluzioni alle diverse problematiche possibili. La molteplicità di mansioni di cui ci occupiamo ci mette nelle condizioni di operare in questo modo e devo dire che la soddisfazione maggiore per noi stampisti è vedere la buona riuscita del tutto in fase di campionatura. Lì il merito non è del singolo, ma di tutte le figure che hanno portato il loro contributo sotto diverse forme. Oggi in Master questa è una realtà, ma credo che in fondo tutto sia sempre migliorabile. Ogni giorno, quindi, è una nuova sfida con noi stessi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here