Sempre in cerca di miglioramento

Intervista a Vincenzo Niesi, da quest’anno amministratore delegato di Cumdi. Con la carica di presidente lo affianca il padre, Giuseppe Niesi.

Amministratore delegato di Cumdi

Come affronta la vostra azienda il mercato attuale?
Cumdi è conosciuta soprattutto per la ricerca nelle innovazioni come punto di partenza per ottenere la qualità migliore da offrire ai clienti, in tutto il mondo. Dalla rettifica di cilindri in metallo duro per i maggiori produttori europei con cui è iniziata la nostra attività, lavoriamo oggi principalmente per gli utensilieri, offrendo anche altre lavorazioni come taglio, smusso, cava, cono, intestazione, riduzione e lavorazioni a disegno. Questo ci permette di entrare nel particolare di ogni singolo pezzo, di studiare e realizzare la qualità ideale per rendere unico il prodotto finito.

Quali sono le maggiori esigenze espresse dalla clientela?
I clienti richiedono ormai da tempo la migliore qualità e il miglior servizio. Da parte nostra rispondiamo a qualsiasi richiesta nel giro di 24 ore e offriamo tempi di lavorazione ristrettissimi, ovviamente secondo la quantità e il tipo di lavorazioni richieste. I nostri clienti hanno a disposizione un magazzino al nostro interno dove possiamo preparare prodotti standard, oppure possono acquistare la nostra materia prima, altra grande novità, richiedendo di lavorarla secondo le loro necessità. Il tutto gestibile comodamente via Internet.

 Che importanza ha quindi per voi la voce relativa al magazzino?
Grazie al nostro nuovo sito Internet, il nostro magazzino diventa interattivo, attraverso un’area dedicata accessibile con password. All’interno del magazzino i clienti possono trovare la materia prima che offriamo, fare ordini e creare il loro magazzino di giacenza. Questo servizio è stato pensato per accelerare i tempi di lavorazione ed eliminare i costi di magazzino e trasporto dei nostri clienti.

Che ruolo ha la qualità nel quadro delle vostre dinamiche aziendali?
Nel nostro settore la qualità è ormai fondamentale. La richiesta di tolleranze strettissime, infatti, è in forte aumento, in quanto l’utensile che verrà costruito deve reggere le prestazioni di macchine tecnologicamente avanzate, mantenendo la qualità della lavorazione omogenea. Non a caso una punta di foratura costruita su un semilavorato con un’oscillazione circolare strettissima lavorerà meglio, di più e più velocemente (nell’ordine del 60%).

 Flessibilità e rapidità di risposta: come interpretate tali esigenze oggi così sentite?
Come ho già accennato, rispondiamo prontamente a tutte le richieste: a oggi riusciamo a soddisfarne il 99% e, dove non possiamo arrivare noi, indirizziamo comunque i nostri clienti in base alle nostre conoscenze. Rispondiamo nel giro di 4 ore lavorative: tale tempismo è agevolato anche dal nostro personale qualificato che, inoltre, grazie alla conoscenza di inglese, tedesco e francese, si interfaccia perfettamente anche con i clienti esteri.

In che modo fate sentire la vostra vicinanza ai clienti e ne avete conquistata la fiducia?
Cerchiamo di instaurare con i nostri clienti un vero e proprio rapporto di collaborazione. La buona riuscita di qualsiasi tipo di lavorazione ci sta a cuore per principio: è nella nostra mentalità la ricerca continua del miglioramento e la soddisfazione dei clienti è la nostra stessa soddisfazione. Nel nostro primo approccio con un nuovo cliente gli offriamo la lavorazione del suo pezzo più difficile e la eseguiamo gratuitamente: il risultato finale vale più di mille parole, e questo ci ha sempre portato riscontri eccellenti.

Per raggiungere risultati positivi in azienda, che peso hanno la competenza e la formazione di chi vi lavora?
La formazione del personale è certo una pedina importante della scacchiera generale. Purtroppo negli ultimi tempi è difficile trovare ragazzi adeguatamente formati dalle scuole e questo ci spinge a un’organizzazione interna di apprendimento. I nostri dipendenti devono conoscere e provare tutto il processo produttivo prima di potersi specializzare nella lavorazione che più si addice loro. Inoltre, lavoriamo anche su mentalità e ambientamento, per produrre le giuste motivazioni che spingano i dipendenti a migliorarsi sempre di più, per il bene loro e dell’azienda. Ad esempio, durante la prima settimana di ogni mese facciamo una riunione nella quale chiunque può portare le sue idee per migliorare l’azienda e, se qualcuna di queste idee viene presa in considerazione e attuata, il suo portare viene gratificato.

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here